Babela

Progettata nel 1958 da Achille e Pier Giacomo Castiglioni per la Camera di Commercio di Milano, Babela è un ottimo esempio di come funzionalità ed estetica possano coesistere nella stessa seduta, una poltroncina comoda e impilabile dal disegno rigoroso, in linea con l’ambiente istituzionale per cui è pensata. La riedizione porta Babela dentro spazi contemporanei, trasformando la struttura in ferro dell’originale in una base in legno di frassino, più caldo e naturale.

Designer: Achille + Pier Giacomo CastiglioniAnno: (1958) 2010
Informazioni tecniche

Cod. OBAB56
L 56 P 59 H 80 cm
H seat 49 cm

Materiali e finiture
Struttura interna: multistrato di pioppo spessore 15 mm.
Imbottitura: poliuretano espanso a quote differenziate.
Base: legno di frassino laccato poro aperto.
Rivestimento: sfoderabile.
Sedia impilabile.
Finiture base:

Multistrato di pioppo 65%

Poliuretano 25%

Rivestimento 10%

Tessuti consigliati

Cannell
Cassia
Davidia
Daylily
Draba
Doritis

Achille + Pier Giacomo Castiglioni

Lo studio Castiglioni viene fondato nel 1938 dai fratelli Livio e Pier Giacomo, ai quali si affianca, in occasione di alcuni progetti, Luigi Caccia Dominioni. Nel 1944 anche Achille entra a far parte dello studio: la collaborazione fra i tre fratelli continuerà fino al 1952, quando Livio inizia un’attività parallela, lavorando con Pier Giacomo e Achille in occasione di particolari allestimenti. Il lavoro di Achille e Pier Giacomo si svolge senza una reale divisione di compiti ma con una comune partecipazione ed un continuo scambio e confronto. Questa collaborazione si prolunga fino nel 1968, anno della morte di Pier Giacomo. Achille continua il suo lavoro nello stesso modo in cui l’aveva sempre condotto con il fratello, a tal punto che sembra impossibile reperire, nella lettura dei suoi progetti, cambiamenti nel modo di operare, se non quelli prodotti dall’evoluzione tecnologica e sociale.